1. Home
  2. /
  3. News
  4. /
  5. Croda sora i Colesei (m 2369)

Croda sora i Colesei (m 2369)

Organizziamo per domenica 28 agosto 2022 un’uscita intersezionale con la sezione di Vittorio Veneto. L’uscita è pensata per due gruppi, il primo avrà una ferrata, il secondo una semplice escursione.

GRUPPO A: FERRATA

Ritrovo: ore 6.00 in stazione a Longarone e trasferimento con auto proprie al rifugio Lunelli dove avrà inizio l’escursione. Prenderemo il sentiero che parte a lato del rifugio che, attraverso bosco e radura, ci porterà in circa 50 minuti ad incrociare la strada bianca (segnavia 124) che sale dal passo Monte Croce. La percorreremo per pochi minuti per abbandonarla in corrispondenza di un ometto alla ns sinistra. Saliremo per una decina di minuti una traccia di sentiero a tornantini fino alla partenza della ferrata Bepi Martini al Campanile di Colesei (targa).  

Ferrata (classificata difficile) presenta una prima parte molto arrampicabile con crescente esposizione (pareti di placca con diedri, traversi, camini); la  roccia  è sempre buona  e gli appoggi sempre presenti (scalini, placche di ferro ecc). In corrispondenza della parte terminale (torrione) si presentano due possibilità. Si prende il cavo che va a sinistra e scende direttamente in forcella oppure si sale (per poi ridiscendere) il torrione aggirandolo alla sua destra (esposizione, vuoto). Ambedue le soluzioni confluiscono alla sottostante forcella; da qui risaliremo un ultimo breve tratto attrezzato che ci porterà sui prati sommitali e da qui in una decina di minuti alla croce di vetta dove incontreremo il gruppo B. (Si invita a visitare il sito vie ferrate.it per una relazione dettagliata della ferrata). La discesa avverrà per sentiero 124 che ci porterà al rifugio Sala e da qui a rincontrare la strada bianca e quindi il sentiero che ci riporterà al Lunelli. 

Abbigliamento: da montagna e comunque adeguato alle condizioni meteo; materiali: imbrago, kit da ferrata e caschetto pena l’esclusione dalla gita; pranzo: al sacco; tabacco: 01; dislivello: circa 800 m; difficoltà: EEA; numero massimo partecipanti (per la ferrata): 15 + accompagnatori.

Iscrizioni: entro e non oltre le ore 22.00 del 21 agosto telefonando a Giacomo 3471580106; Giovanna 3475645864; Massimo 3283658712.

GRUPPO B: ESCURSIONE

Ritrovo: ore 6.30 Parcheggio Cadoro Vittorio V.to; ore 7.00/7.10 sosta stazione Longarone per aggregamento soci; ore 11.30 arrivo in cima e incontro con il gruppo A con il quale condivideremo il pranzo e parte del rientro. Ore 15.00 arrivo al Passo Monte Croce e partenza per il rientro a Vittorio Veneto (arrivo previsto intorno alle 18.00).

Escursione: dal passo Monte Croce (m 1745) si imbocca l’ampia traccia del sentiero 15A che sale fino ad intersecare le piste da sci per poi proseguire fino al limite del bosco. Si prosegue in direzione Prati di Croda Rossa fino a incrociare il sentiero che ci condurrà a forcella Popera e quindi, piegando a sinistra, est, in breve alla cima della Croda Sora i Colesei (m 2369). Ridiscesi in forcella scendiamo il ripido versante meridionale della Croda fino a innestarsi sul sentiero 124 che conduce all’ex rif. Sala (ora spazio museale). Scendendo troveremo anche due brevi tratti attrezzati ed esposti. Traversata forcella Pian de la Biscia e il piccolo lago dell’Orso, incrociato il sentiero fatto in salita, ritorneremo al passo Monte Croce Comelico. Durante l’escursione si vedranno numerosi manufatti bellici risalenti agli ultimi due conflitti mondiali. 

Abbigliamento: scarponi e vestiario da montagna; pranzo: al sacco; tabacco: 01; dislivello: 700 m; difficoltà EE; accompagnatori: Pradal Leonardo e De Zanet Elvis; mezzi di trasporto: auto proprie.

Iscrizioni: entro e non oltre le ore 22.00 del 21 agosto telefonando a Giacomo 3471580106; Giovanna 3475645864; Massimo 3283658712 (contributo euro 2,00 per spese organizzative). Note: considerato lo sviluppo del tracciato, l’escursione, essendo impegnativa, richiede buona preparazione fisica e allenamento. 

Note La gita è riservata ai soli soci C.A.I. in regola con il tesseramento per l’anno 2022 . Gli accompagnatori posso modificare l’ itinerario in ogni momento in considerazione delle condizioni meteo e/o valutazioni.  I partecipanti hanno il dovere di attenersi alle disposizioni degli accompagnatori, pena esclusione dalla gita e decadenza della copertura assicurativa.

Menu